Alfa Romeo Giulia Spider 1600

Abbiamo acquistato questa Alfa Romeo Giulia Spider 1600 da noto collezionista di Alfa Romeo, riuscire a portarla a casa è stata un impresa talmente grande da far passare l’amore per le auto d’epoca in secondo piano.
Colore Bianco Pininfarina, interni in similpelle rossa, capote nera, copri capote in pelle rossa, moquette rossa, motore, cambio e freni conformi all’origine, Targhe nere quadrate e libretto a pagine, costruzione 1962.
Auto di recente restauro di meccanica, carrozzeria ed interni, portata a lamiera e riverniciata completamente. Meccanica rifatta completamente ma non da un professionista del settore, senza esperienza su queste vetture. Affermo ciò in riferimento ad alcuni dettagli, che poi si sono rivelati problemi, emersi lungo le prove su strada una volta giunti nel nostro laboratorio.
Preciso che il collezionista che ci ha venduto la Giulia Spider non ha materialmente effettuato il restauro ma l’ha acquistata nelle condizioni in cui l’abbiamo rinvenuta. Alcuni aspetti rilevati durante le nostre prove, l’ex proprietario non ne era assolutamente a conoscenza in quanto ultra ottantenne e con problemi di salute, non ha potuto guidarla nemmeno per un chilometro decidendola di vendere nello stato in cui l’acquistò.
Fatto sta che il motore, una volta arrivato a temperatura, diveniva rumoroso e si avvertivano forti vibrazioni, cosa che ci ha fatto preoccupare decidendo di aprirlo per capire da dove provenisse il problema. Smontando la coppa dell’olio siamo arrivati alle bielle, una volta rimosse abbiamo analizzato le bronzine che evidenziavano un completo consumo del metallo bianco. Operazione ripetuta per tutte le altre bielle, riscontrando il medesimo risultato. Decidiamo di rimuovere il motore dalla sua sede e decidiamo di aprirlo completamente andando a vedere se anche le bronzine dei supporti dell’albero motore avesse in qualche modo avuto lo stesso trattamento. Per fortuna non abbiamo riscontrato consumi eccessivi ma la cosa ci ha destato comunque perplessità in quanto le pareti interne del motore erano pulite, l’olio era nuovo, e non si evidenziavano aspetti che abbia fatto pensare che il motore potesse aver percorso grandi percorrenze. Ma la questione rimaneva aperta sul perché di queste eccessivo consumo delle bronzine di biella pur non avendo percorso tanta strada dal momento del restauro. Svitando uno dei tappi esagonali del motore presenti sulla testata abbiamo trovato materiale granelloso, tipo sabbia o granuli di ferro e nella sede delle bronzine si evidenziava che il motore fosse stato sabbiato interiormente. Finalmente svelato l’origine del problema, facendoci decidere di andare in officina di rettifica per fare tutti i controlli e le misurazioni del caso. Albero motore integro ma che necessitava di una seconda rettifica, pistoni, camicie e bielle praticamente nuovi, catene di distribuzione nuove, fasce elastiche nuove, quindi abbiamo provveduto a sostituire le bronzine e a far barenare supporti, albero motore e bronzine per avere un allineamento perfetto. Rinvenute una serie guarnizioni motore nuovi ed originali, abbiamo assemblato il tutto. È stato necessario provvedere a fare un attenta equilibratura dell’albero, del volano, dell’albero di trasmissione per garantire un funzionamento lineare e senza squilibri. È stato fatto lo stesso lavoro per il cambio di velocità sostituendo tutti i cuscinetti, paraoli e guarnizioni, visto che qualche rumore di trascinamento si avvertiva con la vettura in folle.
Una volta posizionati gli organi meccanici al proprio posto abbiamo provato la vettura su strada, riscontrando la necessità di alzare le sospensioni anteriori e abbassare quelle posteriori, in quanto le altezza erano spostate sul posteriore creando una macchina bassa davanti e alta sul retro treno. Togliendo degli spessori messi chissà perchè sulle molle, abbiamo riportato la vettura livellata.
In ultima analisi, abbiamo controllato l’incidenza della gomme, i freni anteriori erano semi bloccati per i mesi trascorsi in garage, e infine un controllo generale è stato necessario per rivedere molti piccoli dettagli fissati con leggerezza che generavano vibrazioni durante la guida.
Optional: volante in legno Nardi originale con data di fabbricazione ‘64.
La vettura è disponibile presso la nostra officina e carrozzeria Cacciani Restauro Auto d'Epoca a Cupramontana, per essere visionata e provata su strada.

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione propri e di terze parti per le sue funzionalità e per inviarti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca qui.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.